LUOGHI FUORI DAL COMUNE DOVE DORMIRE

Le 6 località più magiche e fantastiche in cui abbiamo dormito

Oggi vogliamo scrivere un articolo diverso dagli altri, non parleremo di un viaggio in particolare o di un paese che abbiamo visitato, bensì dei luoghi più magici dove abbiamo dormito.

Non parleremo di alberghi ma di località che ci hanno fatto emozionare trasmettendoci sensazioni uniche, sensazioni che tenteremo di descrivere per spiegarvi i motivi per cui vale la pena di trascorrervi una notte:

  1. In tenda nel deserto (LIBIA). Dormire in tenda nel deserto è una delle sensazioni più belle che abbiamo provato. Montare la propria tenda nel mezzo delle dune, lontano da tutte le comodità alle quali siamo abituati, cucinare direttamente sul fuoco, sedersi per terra su una stuoia per cenare ma soprattutto sdraiarsi sulla sabbia e contemplare il cielo stellato come mai nella nostra vita abbiamo visto. Ammirare la via lattea e rendersi conto di non averla mai  vista veramente prima di allora. Dormire circondati da un silenzio quasi surreale. L’assenza di inquinamento luminoso, acustico ed atmosferico permettere gustare un mondo al quale non siamo più abituati ma che vale la pena riscoprire.

    Accampamento per la notte nell' Akakus Libico
    Accampamento per la notte nell’ Akakus Libico
  2. In tenda nella Savana (BOTSWANA). Avere la possibilità di fare un safari in Africa è meraviglioso, organizzare la giornata in base alla luce del sole e alle abitudini degli animali è fantastico. In Botswana c’è però la possibilità di stare ancora più a contatto con gli animali, dormendo nei campsite (luoghi identificati dai ranger all’interno dei parchi in cui solitamente gli animali non transitano). Passare la notte all’interno della riserva, protetti solo dal fuoco e dal telo di una tenda, permette di sentire (senza allontanarsi ovviamente dal campsite) anche tutti i suoni che contraddistinguono la vita notturna degli animali: il ruggito del leone e  dell’ippopotamo, lo “sghignazzo” delle iene e altri suoni della natura non ben identificati.  Fare la doccia mentre, inaspettatamente, un elefante decide di passare in mezzo alle nostre tende, ignorandoci completamente, ti interrompe il battito del cuore anche solo per qualche secondo.

    safari camping in botswana
    Safari Camp Botswana
  3. In un monastero sull’altipiano di Koya-san (GIAPPONE). La vita di un monaco appare incomprensibile per i canoni occidentali. Siamo talmente abituati ai ritmi frenetici, ai rumori delle città, ai lussuosi centri commerciali in cui acquistare di tutto e a qualsiasi orario che questa esperienza appare in contrapposizione allo stile di vita a cui siamo abituati.  L’altipiano di Koya- san rappresenta uno dei luoghi più sacri del Giappone, un luogo in cui la vita sembra essersi fermata tanto tempo fa, in cui non ci sono automobili e  il ritmo della vita appare lento, la meditazione e il silenzio ne sono protagonisti. Qui si trova infatti un’alta concentrazione di monaci e di monasteri in cui è possibile soggiornare e partecipare insieme a loro ai momenti di preghiera assaporando un clima di pace interiore.

    Koya-san
    Camera in uno dei monastero di Koya-san
  4. In un Lodge a Saariselka nella (LAPPONIAFinlandese.  Visitare questo paese durante l’inverno consente di ritrovarsi all’interno di un panorama incantato. La neve che ricopre tutto e che rende tutto più morbido e ovattato fa da contorno al fenomeno dell’aurora boreale: uno degli spettacoli della natura più straordinari al mondo. Come tutti i fenomeni naturali non può essere programmata e bisogna imparare ad attenderla, scrutare il cielo mentre si fa una camminata notturna, nella speranza che il cielo improvvisamente si illumini in una danza di colori  è una scena quasi surreale.

    Aurora Boreale a Saariselka nella Lapponia Finlandese
    Aurora Boreale a Saariselka nella Lapponia Finlandese
  5. A casa della Signora Maria sull’isola degli Amantani (PERU’). L’isola degli Amantani sul Lago Titicaca in Perù è un’isola dove il tempo si è fermato: niente corrente elettrica, niente acqua corrente, un bagno in comune fuori dalla casa, un freddo pungente, niente automobili e solo sentieri. La cosa che ci è piaciuta di più sull’isola è però l’esperienza di condivisione con una di queste famiglie: essere ospitati nella loro casa e mangiare con loro ci ha permesso di riscoprire un senso della vita a cui non siamo più abituati. Indossando degli abiti tradizioni, prestati dalla Sig.ra Maria, abbiamo partecipato ad una festa nella sala comune del paese ascoltando musica e ballando danze tradizionali.  Si tratta di famiglie poverissime che lavorano duramente e vivono in condizioni difficili che ci hanno fatto riscoprire la bellezza delle cose semplici e la gioa di un timido sorriso.

    cucina sul'isola amantani lago titicaca
    Abitazione sull’isola degli Amantani – Lago Titicaca
  6. Lungo il fiume Mekong in Laos. Il Laos è un paese meraviglioso. La mancanza di risorse economiche hanno permesso a questo paese di mantenere un’ integrità dall’ influenza capitalistica occidentale oltre che l’ autenticità delle sue tradizioni. Gli abitanti sono timidi e riservati nei confronti dei turisti. Muang Ngoi è un piccolo paese sulla riva del Mekong a circa 170 km da Luang Prabang raggiungibile con un paio d’ore di navigazione. Risalire il fiume è un’esperienza meravigliosa in cui si possono ammirare panorami unici. Qui regna una grande serenità e pace: il fiume che scorre lento, le dolci colline, i sorrisi degli abitanti.  Il mattino poi ci si alza molto presto per assistere al questua dei monaci, dove i fedeli attendono il passaggio dei monaci per poter offrire loro un po’ del loro cibo.

    Questua dei monaci a Muang Ngoi lungo il fiume Mekong
    Questua dei monaci a Muang Ngoi lungo il fiume Mekong

Le esperienze descritte in questo articolo, seppur diverse tra di loro, hanno una caratteristica in comune , quella di richiedere un po’ di spirito di adattamento per poter essere vissute al meglio.

Se leggendo questo articolo ti è venuta  anche solo un po’ di curiosità puoi leggere gli articoli dei singoli paesi o  inserire un tuo commento a questo articolo o ancora  inviare la tua richiesta via mail all’indirizzo del blog: diariodibordo3@gmail.com.

Annunci

Un commento

  1. Ma che bel post! Affascinanti locations e idee. Posso suggerire un’altra location interessante in Finlandia centrale? Nel monastero ortodosso di Uusi Valamo. (Potete vederne qualcosa anche nel mio post: ” Senza una donna”). E’ un luogo di meditazione situato tra boschi e laghi…

    Piace a 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...